Primo Piano
I lavoratori umani, gestiti da un algoritmo

Iniziative di crowdsourcing

I lavoratori umani, gestiti da un algoritmo

Stephanie Hamilton è parte di qualcosa di più grande di lei. Fa parte di un programma di computer.

La trentottenne residente a Kingston, Giamaica, ha recentemente iniziato a svolgere piccoli compiti a lei assegnati da un algoritmo in esecuzione su un computer in Berkeley, California. Questo software, sviluppato da una startup chiamata MobileWorks, rappresenta l'ultima tendenza in crowdsourcing: l'organizzazione di lavoratori stranieri su scala di massa per fare lavori di routine che i computer non sono ancora bravi a fare, come il controllo fogli di calcolo o la lettura di ricevute.

Con l'assegnazione di tali compiti alle persone nelle economie emergenti, MobileWorks spera di ottenere un buon lavoro a prezzi bassi. Utilizza software per controllare da vicino il processo, aumentando la precisione con lavoratori umani più idonei ad eseguire ogni compito. Secondo un capodell società,  Anand Kulkarni, l'obiettivo è quello di ottenere che la folla dei lavoratori "si comportino molto più come una risorsa automatica che come esseri umani individuali e inaffidabili."

Il più noto marketplace crowdsourcing è Mechanical Turk, che Amazon ha lanciato nel 2005. Il sito funziona come uno strano posto di lavoro on-line in cui gli esseri umani guadagnano pochi centesimi alla volta mediante la realizzazione di compiti ripetitivi che le macchine hanno difficoltà di realizzo come identificare gli oggetti nelle fotografie.


Marketplace Amazon

Marketplace Amazon era un'idea rivoluzionaria. Ma si è dimostrata difficile da utilizzare in modo efficace. Uno studio del 2010 pubblicato dalla società online di recensioni Yelp ha scoperto che i "Turkers" erano meno precisi di un programma di una semplice macchina ad apprendimento.   (consultare la sezione " AI sconfigge il Hivemind ").

"Se mettete qualcosa su Mechanical Turk, è facile ottenere truffato", dice Luis Von Ahn, un esperto di crowdsourcing alla Carnegie Mellon University. Il problema principale è bassa retribuzione. Egli stima che Turkers, che si basano per lo più negli Stati Uniti, fanno solo $ 1 o $ 2 per ora. Questo è un grande incentivo a fornire una sciocchezza o risposte poco studiate. Anche così, molte grandi aziende rimangono intensamente interessato in crowdsourcing, Von Ahn dice: "Tutti vogliono abbassare il costo di qualcosa."

Ora start-up, tra cui CrowdFlower e crowdsourcing , hanno scritto un software che lavora al di sopra di Mechanical Turk, aggiungendo metodi per testare i lavoratori,determinarne il livello, insieme alla possibilità di organizzare il lavoro che così diventa doppiamente  controllato.


MobileWorks

MobileWorks ha il suo software di workflow, ma sta anche cercando di risolvere il problema di incentivazione  di reclutamento all'estero dei lavoratori, nei paesi in via di sviluppo come l'India, in cui i pagamenti bassi possono ancora aggiungere un reddito significativo. Kulkarni, che ha fondato l'azienda nel 2010 con compagni di studio laureati presso l'Università di California, Berkeley, dice che il valore delle attività è impostata in modo che i lavoratori possano ragionevolmente guadagnare $ 2 a $ 4 all'ora; i pagamenti sono calcolati su una scala mobile, con tassi più bassi per paesi più poveri. "Anche se si comportano come agenti di un programma informatico, stiamo creando un'opportunità per loro", dice.

MobileWorks fattura ai suoi clienti tariffe a partire da $ 5 per ora per il tempo dei lavoratori.

Hamilton ha cominciato a fare microtasks circa un mese fa a Kingston. Questo è quando MobileWorks ha raggiunto un accordo con il governo della Giamaica per promuovere questo tipo di lavoro, dicendo che potrebbe creare 1.000 posti di lavoro in tre mesi . Giamaica, che soffre dal 14 per cento di disoccupazione, ha il terzo maggior numero di madrelingua inglese nelle Americhe.

 

Archivio Tematico

Argomenti

Utility

Programmi

Link Utili