Primo Piano
Batteria al grafene dalla durata super

La filiale della società spagnola Graphenano, la Grabat Energia, ha presentato una serie di batterie al grafene ad altissima densità di energia che permetterà alle auto elettriche di coprire distanze anche fino a 800 km, senza bisogno di far rifornimento con frequenza. La tecnologia di queste batterie è molto interessante non solo per l’industria automobilistica, .-.- ma anche per l’elettronica in generale e l’Aeronautica, perchè potrebbe migliorare la prestazioni per una gamma di dispositivi mobili, batterie e persino droni casalinghi. Questo tipo di batteria è stata testata nella super car spagnola GTA Spano.

La batteria, costituita da polimeri di grafene compositi, ha il potere di far risparmiare molta più energia, con una densità di 1.000 watt l’ora per chilogrammo (Wh/kg) ed una tensione di 2,3 V. Potrà inoltre essere ricaricata in meno tempo, con una velocità di 100 coulomb (C) rispetto agli ioni di litio da 3 C. E non solo, perchè è anche molto più leggera, un vantaggio rispetto ai vecchi modelli di batteria. La società prevede di costruire 20 linee di produzione a partire dal mese di marzo, in maniera progressiva, con l’obiettivo di produrre circa 80 milioni di cellule di grafene l’anno in base alle diverse tipologie di batteria.

Graphenano, il produttore con sede in Spagna di grafene, ha annunciato l'installazione di un impianto di produzione per le batterie con Grafene Polymer a Yecla, (Murcia) Spagna.

Questo impianto ospiterà una ventina linee di produzione e di assemblaggio di batterie ad alto valore aggiunto, che dovrebbe produrre, a pieno regime, più di un milione di cellule. è prevista la produzione delle prime cellule in questa fabbrica per i mesi di gennaio e febbraio, e sarà a pieno regime nella seconda metà del prossimo anno.

L'impianto, che è più di 7.000m2 in termini di dimensioni, potranno godere della più recente tecnologia per la produzione di questo nuovo tipo di batterie, apparecchiature progettate specificamente per questo sviluppo. 

Prove di certificazione effettuate in stretta collaborazione con gli istituti indipendenti Dekra in Spagna (AT4 wireless) e TUV in Germania hanno superato i 1000 Wh / kg, che è cinque volte di più rispetto alle tecnologie attuali .

Il polimero stesso è stato studiato, sviluppato e testato per gli ultimi tre anni ed è il risultato di un accordo firmato da Graphenano e il gruppo di Chimica dell'Università di Cordoba.

Archivio Tematico

Argomenti

Utility

Programmi

Link Utili